rinvenimento subacqueo anfora“Il nostro intento sarà quello di creare un museo del mare che attualmente manca a Licata e che vorremmo fosse ospitato dal Castel Sant’Angelo visto che abbiamo un contenitore vuoto che potremmo riempire con la grande quantità di reperti subacquei che già esistono e che sono attualmente custoditi al museo di via Dante e che potremmo arricchire ulteriormente con altre scoperte”. Con queste parole il presidente dell’Associazione Archeologica Finziade, Fabio Amato, ha spiegato l’intenzione di creare a Licata un museo del mare. L’Associazione Finziade, per mezzo del proprio presidente, ha già provveduto ad inoltrare una relazione al Soprintendente del mare Sebastiano Tusa spiegando dettagliatamente l’idea che potrebbe portare all’apertura di questo museo.