polisportiva ragusaAncora una sconfitta per la Polisportiva Palma al cospetto, questa volta, di un avversario, il Ragusa 2014, superiore e ben organizzato. Imbottita di juniores con il senegalese Tano e il Rumeno Iordache dal primo minuto, la polisportiva ha retto i primi 20 minuti caratterizzati  da nessuna particolare emozione.

L’episodio che cambia il volto della gara, incanalandola a favore degli iblei, è il goal di Sella al minuto 20. L’attaccante azzurro è bravo a capitalizzare al meglio un passaggio filtrante da centrocampo che, non trovando ben posizionata la difesa rosanero, gli permette di trovarsi da solo davanti a Savaia superato agevolmente. Immediata la reazione dei rosanero che due minuti dopo vanno vicini al goal con un colpo di testa del senegalese Tano su punizione di Minio dalla trequarti. Al 28’ altra potenziale palla goal su un campanile di Lo Giudice dalla destra sfiorato di testa ancora da Tano che, però, non crea nessun problema a Cavone. I tentativi della Polisportiva di rimettere in sesto la gara nel primo tempo finiscono qui mentre il Ragusa sfiora il raddoppio in tre occasioni: al 31’ con un colpo di testa di Anania su cross dalla destra di Sella che termina di poco fuori; al 35’ con un’azione manovrata conclusa con un tiro alto sopra la traversa di Iozzia e, nei minuti di recupero, con un tiro di Grupposo al termine di un’azione solitaria iniziata a centrocampo.

Il raddoppio arriva, comunque, ad inizio ripresa con l’azione più spettacolare della gara. Dal limite dell’area Grupposo e Sella danno vita ad una pregevole triangolazione volante conclusa con il tiro del numero 10 ragusano che si insacca centralmente sotto la traversa con Savaia, forse sorpreso, che non prova neanche la parata. Per la Polisportiva è una mazzata tanto da rischiare al 58’ di subire il terzo goal clamorosamente fallito da Sella che, tagliata ancora una volta la difesa, prima si fa parare il tiro da Savaia e poi sulla respinta mette fuori. La Polisportiva vive un buon momento tra il 50’ e 55’ quando con il rumeno Iordache, tra i migliori dei suoi assieme a Tano, prima calcia fuori da buona posizione e poi ben servito proprio dal senegalese va in goal, annullato, però, per un millimetrico fuorigioco segnalato dall’assistente. Il Ragusa prova a chiudere definitivamente la gara prima con Iozzia al 67’ che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, non trova la palla di testa e poi con un tiro di Grupposo al 72’. Il Ragusa sembra controllare bene la gara mentre la Polisportiva non da mai l’impressione di poter recupere nei minuti finali, anche se gli inserimenti di Lo Sardo e Petrucci danno maggiore vivacità e al 34’una bella combinazione dei rosanero porta al tiro Marrella che sfiora il goal che avrebbe potuto riaprire clamorosamente il match. Al 38’ è, invece, il nuovo entrato Sabellini a provare la conclusione da dentro l’area trovando, però, attento Savaia nella risposta.