IMG-20151011-WA0007Sono circa 150 le istanze raccolte dalla Condotta agraria dopo la tromba d’aria dello scorso 10 ottobre. Il principio applicato è quello della Legge 102 del 2004 e, una volta completata la documentazione e quantificati i danni, ci sono poi trenta giorni di tempo per trasmettere il tutto in assessorato per l’eventuale delimitazione delle aree sottoposte allo stato di calamità. Sulla questione abbiamo sentito il responsabile Enzo Carlino. “E’ iniziata l’elaborazione del bilancio di ogni singola azienda – le sue parole – per capire se l’incidenza dei danni è superiore al trenta per cento della produzione aziendale lorda in maniera tale da stabilire gli aventi diritto al risarcimento”.