Slitta di sette giorni la manifestazione programmata dalla Consulta pari Opportunità per il 24 novembre. Lo spostamento si è reso necessario per il concomitante sciopero proclamato dagli studenti che il 24 non entreranno a scuola. Lo sciopero priverebbe la presenza dei giovani, che sono i veri destinatari dei messaggi e delle testimonianze che verranno registrate durante l’incontro in programma al teatro comunale “Re”. Appositamente contattati dall’assessore Patrizia Urso, i  genitori di Vanessa Scialfa, hanno ugualmente confermato la loro presenza all’incontro dell’1 dicembre, unitamente ai figli e all’avv. Eleanna Parasiliti, legale di fiducia della famiglia nel processo contro il fidanzato della vittima.