La-caserma-carabinieri-LicataNella serata di ieri, a Campobello di Licata, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri, hanno arrestato in flagranza di reato: Salvatore Miccichè, classe 1966, disoccupato; Giuseppa Gastrucci, classe 1967, casalinga; Francesco Sortino, classe 1987, disoccupato; Giacoma Luana Atomista, classe 1989, casalinga, poiché resisi responsabili dei reati di furto aggravato di materiale ferroso ai danni della ferrovia. In particolare i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Licata, nel corso di servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati “predatori”, coglievano di sorpresa le due coppie licatesi mentre si trovavano nei pressi della Stazione ferroviaria di contrada “Favarotta”, sita nel comune di Campobello di Licata lungo la tratta ferroviaria Canicattì – Licata – Gela, intenti a sottrarre dai binari da piastre e caviglie in ferro, adibite al fissaggio dei binari della linea ferroviaria, ed a caricarli sulle rispettive Piaggio Ape, per un peso complessivo di kg. 400. Pertanto il materiale ferroso veniva recuperato, posto sotto sequestro ed affidato a personale autorizzato di Rete Ferroviaria Italiana S.P.A.. Gli arrestati, terminate le formalità di rito, venivano accompagnati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida.