Il Comune revoca 42 concessioni cimiteriali nei camposanti di Marianello e dei Cappuccini. Alla base del provvedimento del dipartimento Lavori Pubblici e Urbanistica – seppur non specificato nella direttiva – c’è la necessità di reperire nuovi spazi per far fronte alle richieste dell’utenza di nuovi loculi. La determina dirigenziale con la quale è stato autorizzato il rastrellamento delle 42 concessioni si basa, come già successo l’anno scorso, su un’insufficienza di spazi destinati alle sepolture rispetto al fabbisogno e alle esigenze della cittadinanza poiché non è possibile procedere all’ampliamento dei cimiteri comunali Marianello e Cappuccini. Chiara anche la natura delle sepolture “confiscate” dall’Ente. Si tratta di loculi in cui sono trascorsi cinquanta anni dalla tumulazione dell’ultima salma.