timthumb.php

Riceviamo e pubblichiamo.

Oggetto: Stato di manutenzione della rete di raccolta delle acque piovane

 

I sottoscritti Consiglieri Comunali Angelo Iacona, Violetta Callea e Ildegardo Sorce appartenenti al gruppo consiliare “Ora Licata Lab”.

 

Premesso che il territorio del Comune di Licata è interessato da fenomeni di allagamenti, con grave pregiudizio per la viabilità e per la sicurezza di persone e cose;

 

che l’anomalo comportamento pluviometrico che si allontana sempre più dalla tipicità mediterranea per caratterizzarsi ai climi tropicali, determina, nei casi di piogge intense e prolungate, l’innesco di fenomeni erosivi che in tempi brevi evolvono in allagamenti, frane con possibili colate detritiche, mettendo a rischio la pubblica incolumità;

 

Considerato che la causa principale va individuata nella mancata regimentazione delle acque superficiali; la cui problematica si accentua a seguito della scarsa attenzione dedicata alla specifica questione dalle Pubbliche Amministrazioni gestori dei canali interessati nel nostro territorio;

 

che gli ultimi episodi di allagamenti fanno presumere, per ciò che è di competenza del comune di Licata, la scarsa manutenzione delle caditoie e canali fognari di acque bianche, molte delle quali risultano completamente otturate;

 

che con l’arrivo dell’estate tali impedimenti/ostruzioni al regolare deflusso delle acque meteoriche tenderanno a “cementare”, divenendo sempre più particolarmente resistenti a causa della calura estiva;

Proprio in questi giorni sono giunte diverse segnalazioni da parte dei cittadini circa la mancata e/o insufficiente pulizia delle caditoie, griglie stradali e collettori a cielo aperto etc.. .

 

 

Ritenuto Importante ed urgente agire in netto anticipo rispetto alla stagione delle grandi piogge (fine Agosto in poi, al fine di prevenire danni a cose e persone,

 

Interrogano il sindaco se non reputa necessario:

 

Pianificare per tempo, l’esecuzione degli interventi di competenza di manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere idrauliche e corsi d’acqua finalizzati alla facilitazione del deflusso delle acque superficiali, specie quelle di prima pioggia e quelle relative a fenomeni di piogge intense e prolungate (pulizia di caditoie, canali e condotte di acque bianche, rimozione dei rifiuti e della vegetazione infestante che limitano la funzionalità dei corsi d’acqua in particolar modo in corrispondenza di strutture di attraversamento, ecc), nonché la realizzazione degli ulteriori interventi da porre in essere per la salvaguardia della pubblica e privata incolumità. Al contempo mobilitare tutti gli Enti e strutture sovra comunali della Provincia, del Genio Civile, dei servizi provinciali del Dipartimento della Protezione Civile, dei Consorzi di Bonifica, etc..”ad intervenire ognuno per le proprie competenze.

 

Pertanto, si chiede di conoscere quali accorgimenti tecnici ed amministrativi intende adottare a tal fine e la relativa tempistica.

 

Si invita a dare alla presente interrogazione risposta nel primo question-time utile, cosi come previsto dal regolamento del Consiglio Comunale.