PALAZZO DUCALEE’ stato presentato questa mattina presso la sala convegni del Palazzo Ducale il film documentario “Enzo Tortora, una ferita Italiana” del regista Ambrogio Crespi.

Prima della proiezione del film, si è svolto un dibattito con il professor Giuseppe Arnone responsabile Unicusano di Agrigento che, al nostro giornale, ha spiegato i motivi che lo hanno spinto alla realizzazione del film, ovvero “quello di far conoscere alle nuove generazioni la figura di un personaggio che negli anni ottanta ha raggiunto la notorietà con le sue trasmissioni televisive tra cui il noto programma Portobello”, e di mettere in evidenza come certi organi di stampa possano gettare fango per distruggere la carriera di qualsiasi personaggio pubblico.

Francesco Scopelliti, compagna di Enzo Tortora ha dichiarato che, a parte la fiction della Rai, il cinema non ha dedicato nessun film sulla figura di Tortora e che tale corto racconta realmente la vera storia del presentatore scomparso.

All’iniziativa hanno preso parte gli studenti delle scuole superiore tra cui l’istituto paritario Ugo Foscolo e il Liceo scientifico G.B. Odierna.

Totò Lombardo