Si ferma in finale la corsa del tennista licatese Luca Potenza che ieri sera, nell’ultimo atto disputato al circolo di Trecastagni, si è dovuto arrendere al cospetto di Tabacco uno degli under 12 più forti in Italia. Non è mancato di certo lo spettacolo nella finale che ha appassionato i parecchi spettatori presenti per quello che rappresenta uno dei tornei giovanili più in vista nel panorama regionale. Luca Potenza ha dettato a lungo gioco e ritmo e alla fine ha prevalso soprattutto la forza fisica di un avversario che sta crescendo in un vivaio come il circolo tennis “La Vela” di Messina di cui tra l’altro è presidente proprio il padre del giovane Tabacco che tutti i giorni ha la possibilità di lavorare un’ora col preparatore atletico e un’ora e mezza addirittura col maestro nazionale Fabio Scionte. Luca certamente talento ne ha da vendere ma questo non può bastare e, di fronte a una realtà cosi diversa della nostra, la buona volontà della famiglia Potenza non può far nulla visto che le istituzioni locali continuano a far finta che Luca non esiste. Archiviato il torneo di Trecastagni, domani sera sia Luca che Davide saranno impegnati al circolo Bellavista di Porto Empedocle in un Open. I fratelli Potenza si trovano entrambi nel secondo tabellone di qualificazione. Davide affronterà al primo turno Gallucci, mentre Luca sfiderà Flavio Patti.