Torna a farsi sentire il gruppo “Noi” che interviene sui problemi legati alla viabilità e alla pulizia cittadina. Ecco il comunicato stampa emesso dal gruppo:

Crediamo di farci portavoce della gran parte della cittadinanza licatese che ha vissuto l’estate 2012 che sta volgendo al termine con tanti, troppi problemi. Evidente quello legato alla viabilità per le vie
del centro. Negli altri anni è stata istituita la ZTL, quest’anno tutte le vie sono invece inspiegabilmente rimaste transitabili andando a creare ingorghi di auto tra la gente a passeggio. Ogni città turistica che
si rispetti ha come sua principale prerogativa la risoluzione dei problemi legati alla viabilità. A Licata quest’anno abbiamo invece assistito a una vera e propria jungla con auto e scooter che procedevano a pochi passi dai pedoni. Non può essere una plausibile giustifi cazione la mancanza di risorse economiche. Un comune non può “mettere da parte” il problema della viabilità. Era cosa nota da tempo che nei mesi di luglio e agosto la popolazione licatese sarebbe cresciuta e da tempo si sarebbe dovuto studiare un piano per migliorare il defl usso del traffi co quantomeno nelle principali arterie cittadine(Piazza Progresso, Viale 24 Maggio, Via Principe di Napoli). Ad aggravare ulteriormente la situazione hanno contribuito diversi divieti di sosta non rispettati e auto parcheggiate in maniera a dir poco indecorosa. Nota ancora più dolente è quella legata alla pulizia della città, carente praticamente in ogni quartiere. Diverse le discariche a cielo aperto sorte nell’ultimo anno, interi quartieri letteralmente abbandonati al proprio destino (Villaggio Agricolo, San Paolo, Marina solo per citarne alcuni) e una condizione igienico-sanitaria certamente non degna di una città a “vocazione turistica”. Non è stato approntato nessun intervento di pulizia straordinaria, non sono stati espletati i servizi di disinfestazione e derattizzazione e in diversi quartieri gli operatori ecologici sono stati presenti con cadenza mensile. Maleodoranti le caditoie di drenaggio urbano (che non vengono ripulite da tempo immemore) con diversi rioni costretti a vivere tra la puzza degli scarichi fognari. In risposta a questi problemi, a nostro avviso di elementare risoluzione, il più totale silenzio di un’amministrazione comunale che anzi rimbalza ad altri le responsabilità per questi disservizi. Ma se le strade e i quartieri sono sporchi e il traffico è senza controllo, ci chiediamo di chi è la colpa se non di chi “amministra”.