Una partita bellissima tra Licata e Pro Cavese è stata macchiata da alcuni disordini scoppiati a gara in corso e proseguiti nel post-gara con le due tifoserie che davvero per poco non sono arrivate allo scontro. Sul campo pari e patta. Un 2 – 2 giusto che, come hanno commentato anche i due tecnici negli spogliatoi, ha fatto onore al gioco del calcio. Pronti-via e capitan De Rosa ha subito sui piedi il pallone del vantaggio ma la sua conclusione viene parata centralmente da Valenti. La risposta gialloblù arriva al ventesimo. Riccobono penetra dalla sinistra e conclude a lato di un soffio. Al 26° annullata una rete ai padroni di casa per un dubbio fuorigioco del giovane Zarbo. E’ il prologo del vantaggio licatese che si materializza un minuto più tardi quando Riccobono porta a spasso mezza difesa campana prima di centrare basso per Pasca che realizza a porta sguarnita. Un minuto dopo la reazione cavese con un destro a lato di poco di Ragosta su cross dello scatenato De Rosa. Il 32° è il minuto del secondo flash di Pasca che abbaglia la difesa campana. Il bomber pugliese riprende una respinta di De Luca su una insidiosa punizione di Riccobono e deposita in rete da pochi passi. Primi due gol stagionali per Pasca. E’ il miglior momento del Licata che al 34° ha sui piedi di Zarbo la palla del definitivo ko ma De Luca è bravo a sventare in uscita un gol che sembrava già fatto. Passano sessanta secondi e la contesa si riapre. Sugli sviluppi di un corner, Manzi sorprende tutti e incorna in rete il pallone del 2 – 1, punteggio su cui va in archivio la prima frazione di gioco. In avvio di ripresa, il Licata confeziona due palle-gol nitidissime. La prima al 51° con Manfrè che si invola indisturbato verso De Luca e da appena dentro l’area calcia a botta sicura trovando però la risposta d’istinto dell’estremo ospite. Sei minuti più tardi, Riccobono scarica un sinistro a giro con la palla che termina a lato di un soffio sul palo lontano. Quando sembra che il Licata possa controllare il match e condurre in porto la vittoria, arriva il colpo di coda della Pro Cavese che al 76° trova il punto del 2 – 2 con Ragosta che servito in verticale da De Rosa scavalca con un pregevole pallonetto Valenti e mette dentro il gol del definitivo pareggio. Ringalluzziti dal pari, gli uomini di mister Pietropinto provano a centrare il bottino grosso e con De Rosa e impegnano ancora Valenti bravo a rispondere bloccando a terra il diagonale della punta campana. L’ultima emozione arriva mentre scorrono i titoli di coda. Scopelliti incorna di testa al 95° un pallone che termina la sua corsa a lato di poco. Al termine del match scontri tra le due tifoserie e animi surriscaldati. Sul campo un 2 – 2 più che giusto per due squadre che si confermano in un buon momento di forma.