Il sindaco di Licata, Pino Galanti, stamani ha scritto al Prefetto di Agrigento Dario Caputo, per chiedergli di disporre il potenziamento dei controlli in vista del lungo week end di Pasqua. Si teme un esodo verso il mare e le seconde case.

CHIEDO con forza l’intervento immediato di Sua Eccellenza il Prefetto di Agrigento, dottor Dario Caputo, al fine di disporre il potenziamento dei controlli di polizia nel territorio di Licata, in considerazione dell’approssimarsi delle festività Pasquali, nonchè ad effettuare maggiore vigilanza in prossimità di tutti i plessi scolastici, considerato che si sono verificati atti di vandalismo. Abbiamo registrato, qualche giorno fa, persino il furto di attrezzature tecnologiche all’interno della scuola media “Bonsignore”.

CHIEDO, a gran voce, al Prefetto di intervenire potenziando i controlli e la vigilanza sia ai varchi in entrata della città, sia all’interno del circuito urbano, ma anche su tutto il litorale, considerato che Licata è meta di villeggiatura balneare durante il periodo Pasquale. Bisogna FERMARE il possibile esodo verso le seconde case.

Da parte mia, d’accordo con il comandante Giovanna Incorvaia, garantisco che la Polizia Municipale, pur con le risorse ridotte di cui dispone e considerato l’impegno quotidiano nella raccolta e distribuzione di generi alimentari ai bisognosi, nel lungo week end di Pasqua vigilerà sulle strade con tutti gli effettivi a disposizione.

Tenuto conto poi, che in prossimità delle festività Pasquali si paventano uscite fuori porta con possibili assembramenti, che rischiano di vanificare tutte le misure già adottate e i sacrifici di chi rispetta le regole, mettendo in pericolo l’incolumità delle persone, rinnovo ancora una volta l’invito ai miei concittadini A RESTARE A CASA E RINVIARE BARBECUE E PASSEGGIATE PRIMAVERILI ALLA CESSAZIONE DELL’EMERGENZA.