La revoca degli effetti della delibera 50 – con conseguente eventuale reintroduzione delle figure dirigenziali – verrà portata in Consiglio comunale il prossimo 23 Dicembre, a ridosso delle festività natalizie. E’ stata infatti convocata per quel giorno una seduta del civico consesso che si preannuncia tra le più importanti degli ultimi anni. L’atto di indirizzo (poi messo in atto dall’amministrazione comunale) è partito da sei consiglieri comunali di opposizione. Erano stati Scrimali, Aronica, Triglia, D’Orsi, Carità e Ortega a sottoporlo infatti all’amministrazione e alla Presidenza del Consiglio comunale. La Giunta guidata dal Sindaco Pino Galanti ha quindi richiesto un parere tecnico alla Segreteria comunale da cui, di fatto, è arrivato una sorta di nulla-osta alla trattazione dell’iter in Consiglio comunale. Il passo successivo è stato rappresentato appunto la convocazione della seduta per lunedì 23 Dicembre durante la quale, con ogni probabilità, si prevede la presenza di tutti e 24 i consiglieri comunali. Come si ricorderà, la delibera 50 era stato uno dei primi atti varati in assoluto dall’amministrazione Galanti dopo il suo insediamento. Una lunga gestazione aveva quindi portato l’elaborato in Consiglio comunale dove a votarlo erano stati solo alcuni consiglieri (tutti di maggioranza), aprendo così la prima crepa post elettorale. Per effetto di quella votazione, è stato modificato lo Statuto comunale e l’unico dirigente in servizio (l’ingegnere Enzo Ortega) è stato posto in disponibilità con il pagamento dell’ottanta per cento della stipendio pur non lavorando. La nomina delle dieci posizioni organizzative ha dato un nuovo indirizzo gestionale alla macchina burocratico-amministrativa ma anche lì, soprattutto nella fase iniziale, non erano mancati i problemi. Adesso questa sorta di inversione ad U con il Consiglio comunale chiamato nuovamente ad introdurre le figure dirigenziali. L’abrogazione della delibera 50 avrebbe l’effetto di far tornare in servizio l’ingegnere Ortega e poi con ogni probabilità servirebbe la nomina di altri dirigenti (almeno un paio)per garantire il corretto funzionamento della macchina amministrativa. In caso di pronunciamento favorevole del Consiglio comunale lunedì 23 Dicembre, verrebbe poi meno anche il motivo del contendere del ricorso presentato dallo stesso Ortega i cui legali hanno contestato la legittimità della delibera 50 citando in giudizio l’Ente.