afadiSono state definite, in un incontro tenutosi presso il centro sociale A.Fa.Di., le iniziative da svolgersi in vista della “Giornata del disabile” che sarà celebrata il prossimo 3 dicembre. All’incontro erano presenti il presidente dell’associazione, Angelo Scicolone, la psicologa Margherita Amico, il dottor Filippo Amato, Salvatore Lombardo, promotore dell’iniziativa, l’assessore Agata Vinci, i docenti Geraldo Incardona, Lina Vitello, Gaetano Mineo, Lillo Castronovo e Gioacchino Di Gloria, consulente del centro di filodidattica della biblioteca italiana cechi.

Nel corso dell’incontro si è stabilito innanzitutto di promuovere, dal 10 al 28 novembre, una serie di visite da parte degli studenti palmesi del centro sociale A.Fa.Di. per iniziare a mettere in contatto gli alunni con il mondo della disabilità. Inoltre, gli studenti saranno invitati a sviluppare un elaborato, potendo scegliere tra prosa, poesia e grafica, sul tema “Disabilità e barriere architettoniche” e che, tempo permettendo, saranno appesi agli alberi della villa comunale come ideali frutti di sensibilizzazione. Una giuria sceglierà i migliori che saranno premiati con degli oggetti realizzati dagli stessi disabili.

Due compiti particolari sono stati assegnati ai liceali. Il primo consiste nel realizzare una mappatura dei luoghi pubblici, distinguendo tra quelli che presentano barriere architettoniche e quelli, invece, accessibili. Il secondo, invece, prevede la progettazione di uno scivolo per permettere un più agevole accesso alla villa comunale che sarà concretamente realizzato nel corso della giornata della disabilità dagli operai messi a disposizione dal Comune. Saranno poi create delle iniziative volte alla sensibilizzazione dei normodotati. Innanzitutto, sarà allestito un “bar al buio” per far vivere loro un’esperienza di deprivazione sensoriale, nella fattispecie la vista. Sulla stessa scia, sarà proposta una gimkana che i normodotati percorreranno su sedia a rotella. Un’altra proposta è quella di far sperimentare la deprivazione acustica, con cuffie e tappi auricolari, ai ragazzi del corso musicale dell’Istituto “D’Arrgo-Tomasi”. Infine, dovrebbe essere organizzata una staffetta podistica mista per le vie del centro tra abili e disabili.