Homepage Politica Caos posizioni organizzative, chiesta verifica di regolarità

Caos posizioni organizzative, chiesta verifica di regolarità

1139

Posizioni organizzative, è caos. Il provvedimento di cui abbiamo scritto in anteprima domenica è stato pubblicato ieri mattina dal Comune. Gli incarichi sono otto. Ma gli assegnatari delle posizioni hanno protocollato una lunga lettera indirizzata al Sindaco, agli assessori, al Segretario Generale e al Presidente del Consiglio comunale nella quale esprimono una serie di criticità. I rilievi mossi dai dipendenti comunali assegnatari delle posizioni riguardano il fatto che il provvedimento “non contiene alcuna attestazione di regolarità contabile, così come non contiene alcun parere tecnico che attesti la legittimità dell’atto”. C’è di più. I sei firmatari la nota protocollata ieri mattina specificano inoltre come “non risulta indicata alcuna attività istruttoria che abbia verificato i presupposti di fatto e di diritto richiesta per qualsiasi atto della pubblica amministrazione ancor più se come nella fattispecie destinato a produrre effetti anche all’esterno dell’Ente”. Da lì, la richiesta successiva da parte degli assegnatari delle posizioni concernente la legittimità dell’atto e “se sussiste regolare copertura contabile”. Le posizioni organizzative – in attesa di un riscontro – hanno quindi anticipato che “si asterranno dal firmare atti di qualsiasi genere”. In ballo c’è anche la “retribuzione prevista” alla luce del nuovo incarico. Insomma, la riorganizzazione della macchina burocratico-amministrativa dell’Ente sembra essere nata decisamente sotto una cattiva stella. Da un lato c’è un Esecutivo che ha necessità di dotarsi di figure “di comando” alla luce della soppressione dei dirigenti comunali (era rimasto solo l’ingegnere Enzo Ortega), dall’altro ci sono i dipendenti di Categoria D a cui è stata assegnata la posizione organizzativa che, giustamente, chiedono una serie di tutele e garanzie prima di insediarsi. Otto, come detto in apertura, gli incarichi: Affari Generali a Loredana Pira, Area Finanziaria e Tributi ad Angelo Bennici, Area Servizi Sociali a Daniela Bonelli, Urbanistica ad Angelo Cambiano, Lavori Pubblici Giuseppe Ferraro, Area Cultura Enzo Curella, Area Servizi demografici Sabina Bonelli e Polizia Municipale a Giovanna Incorvaia.