Grazie ad un intervento volontario di bonifica, è stato espletato lo scerbamento del sentiero che collega Pompei con il Castel Sant’Angelo, da domenica sera nuovamente a disposizione delle associazioni di promozione del territorio per i tour guidati. La denuncia era partita via social dall’archeologo Fabio Amato.

“Un esempio di cittadinanza attiva – le parole di Fabio Amato a conclusione dell’intervento di pulizia – ringrazio i cittadini licatesi che in questa calda giornata d’estate hanno deciso di spendere due orette del proprio tempo per ripulire dalle erbacce e dalla plastica la mulattiera di via Semaforo che conduce all’area archeologica del Castel Sant’Angelo”.