“Prendiamo atto che il sindaco abbia voluto rilanciare l’azione amministrativa nominando una nuova giunta, e speriamo che si possa finalmente mettere mano ai suggerimenti arrivati dagli operatori della filiera e che sono condensati nel libro bianco sul turismo che già nel mese di gennaio abbiamo consegnato al Primo Cittadino”. Gli stati Generali del Turismo, rompono il silenzio e intervengono sulla delicata questione relativa al particolare momento che sta attraversando la città: “Siamo in piena stagione e non è certamente il momento di fare bilanci esaustivi – scrivono – però dobbiamo rilevare che pur essendo stata faticosamente avviata una prima fase di interlocuzione che avevamo auspicato durante gli incontri pubblici avuti anche con l’amministrazione comunale, non è stato dato corso alla convocazione del tavolo permanente sul turismo, che pur ci era stato assicurato sarebbe stato istituito, e nessuna delle richieste inserite nel libro bianco è stata portata avanti. L’unico interlocutore che si è barcamenato nel marasma della macchina amministrativa per non far fallire alcuni eventi programmati questa estate è stato l’ex assessore Angelo Vincenti. Ci rendiamo conto di quanti e quali problemi si sia trovata ad affrontare l’amministrazione comunale, ma gli investimenti e l’operato di decine e decine di operatori della filiera turistica non può continuare ad essere mortificato così. Il turismo è e rimane il settore con maggiori potenzialità di crescita in città e va governato da una amministrazione attenta e da persone competenti che conoscano il settore. Gli Stati Generali intervengono sulla nomina del nuovo assessore al turismo Andrea Burgio: “Non conosciamo le sue competenze in ambito turistico, ma ci aspettiamo di essere convocati urgentemente, sia per avere rassicurazioni sulla buona riuscita degli eventi sportivi che assieme all’assessore Vincenti siamo riusciti a portare in città a settembre ma soprattutto per sapere se finalmente potrà essere avvita questa interlocuzione con la filiera turistica nel supremo interesse della nostra città”.
Infine, una piccola stoccata al sindaco Galanti:” Ha dichiarato di avere avviato un confronto con le strutture ricettive cittadine in vista del Giubileo di Sant’Angelo del 2020. Siamo soddisfatti, ma ci piacerebbe capire perché non ha interpellato, ne le associazioni di categoria, ne il coordinamento degli Stati Generali, con il quale si era detto pronto e disponibile a collaborare”.