Girgenti Acque contro gli utenti morosi. La Società che gestisce la distribuzione idrica ha iniziato le procedure per il distacco delle utenze per chi non ha ancora provveduto a pagare le bollette. In provincia di Agrigento si tratta di circa 8000 utenti che a giorni potrebbero non ricevere più acqua nelle proprie abitazioni. La Società ha già mandato avvisi e diffide e pertanto la procedura prima del distacco è stata espletata. 2300 di questi utenti morosi della provincia sono a Canicattì, i restanti 5700 sparsi negli altri comuni. E proprio a Canicattì, su richiesta del sindaco Vincenzo Corbo e della Camera del Lavoro, la Società ha deciso di sospendere per una settimana, fino a mercoledì 31 ottobre, i distacchi delle utenze morose, in modo tale da consentire agli utenti di far fronte al pagamento dell’insoluto senza ulteriori aggravi derivanti dalle spese di riallaccio della fornitura idrica. Durante questo lasso di tempo i tecnici dell’Azienda continueranno il “porta a porta” con l’obiettivo di informare ogni cittadino sulla propria posizione amministrativa. Rimane sempre a disposizione dell’utenza la possibilità di stipulare il piano di rientro, finalizzato al pagamento rateizzato dell’insoluto, per richiedere il quale è prevista la compilazione di un apposito modulo corredato dai necessari documenti.