Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento e Ordine dei medici insieme per porre in campo ogni azioni congiunta di contrasto alla crisi epidemiologica in corso. Un lungo incontro svoltosi presso la Cittadella della Salute di Agrigento è stata l’occasione fra i due organismi per rafforzare le sinergie operative anche in vista delle imminenti festività natalizie, periodo nel quale sarà decisivo innalzare il livello di attenzione per arginare la diffusione del virus. A presenziare la riunione e a fare gli onori di casa, il commissario straordinario ASP, Mario Zappia, il direttore sanitario aziendale, Gaetano Mancuso, ed i coordinatori di staff, Giuseppe Amico ed Ercole Marchica, mentre, per l’Ordine dei Medici di Agrigento, erano presenti Giovanni Vento, presidente in carica, Pietro Luparello, vicepresidente, ed il consigliere Leonardo Russo. Si è discusso di prevenzione, di percorsi ospedalieri separati, di potenziamento delle linee di attività territoriali, di fornitura di dispositivi di protezione individuale, di collaborazione con i medici degli ospedali ma anche di prospettive legate all’imponente campagna vaccinale che ci si appresta a varare per sconfiggere il covid-19. Il commissario Zappia ha reso nota l’intenzione aziendale di rendere disponibili dei locali per l’effettuazione dei tamponi da parte dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta e di creare una corsia dedicata preferenziale per i test su prenotazione.
“Sin dall’inizio della pandemia l’Ordine dei medici di Agrigento – afferma il commissario Zappia – ha svolto un ruolo cruciale nell’affrontare in prima linea la minaccia. L’incontro odierno, in un clima di confronto schietto e cordiale, rilancia le azioni congiunte utili ad affrontare ogni problema emergente ed adottare le soluzioni più efficaci e tempestive.”.