Sequestro pesce spada 13.08.2013Nella notte tra il 12 e il 13 agosto, personale della Guardia Costiera è intervenuto per accertare una violazione sulle norme della pesca. Durante una perquisizione effettuata nei confronti di un soggetto “sospetto” i militari, agli ordini del Tenente di Vascello Alessandro Ferruccio Grassia, hanno rinvenuto circa dieci chilogrammi di pesce di vario genere. Tenuto conto che il limite non può superare i cinque chilogrammi, l’uomo è stato multato con un verbale di 1000 euro. Successivamente, sempre durante un pattugliamento notturno dell’area portuale, gli uomini della Guardia Costiera hanno trovato a bordo di un veicolo cinque esemplari di pesce spada novello. I due uomini a bordo dell’autovettura sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria e il pesce spada è stato donato in beneficenza a istituti assistanziali del comprensorio.