Homepage Politica “Irregolarità in atti comunali”, 5 Stelle chiede accesso ispettivo al Comune

“Irregolarità in atti comunali”, 5 Stelle chiede accesso ispettivo al Comune

232

Il Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, composto da D’Orsi, Carità e Ortega, ha richiesto un accesso al Comune da parte del Servizio ispettivo dell’Assessorato regionale autonomie locali e funzione pubblica per presunte irregolarità in alcuni atti comunali. 

Si continua ad assistere ad una imbarazzante “non amministrazione” della città. In sei mesi l’ufficio tributi “ha cambiato” 4 funzionari, nell’ordine: Dott.ssa Amato, Dott.ssa Comparato, Dott. Cottitto ed ora Dott. Damanti. Da mesi oramai denunciamo continue irregolarità dell’Amministrazione Comunale nella adozione degli atti, il cui fine è caratterizzato dal raggiungimento di obiettivi che poco o nulla riguardano le scarne o quasi inesistenti motivazioni indicate a presupposto degli stessi atti, che comunque sono stati posti in essere in aperta violazione delle più elementari regole del procedimento amministrativo e contabile. Per tali ragioni abbiamo chiesto l’intervento del servizio ispettivo dell’Assessorato regionale autonomie locali e funzione pubblica sull’ennesima delibera (la numero 67) adottata dalla giunta, che mira ad istituire ben 10 posizioni organizzative (non si comprende però con quali soldi).

Melania D’Orsi, Vincenzo Carità, Jenna Ortega – Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle