Il Genio Civile di Agrigento ha ricevuto un’istanza da parte della Società Parco Eolico di Licata S.r.l, per la realizzazione di un’opera denominata “Parco Eolico Licata”. Le carte sono state presentate lo scorso 25 marzo con contestuale pubblicazione sul sito dell’Ente agrigentino. Non si tratta di eolico “marino” per il quale è invece in corso un lungo contenzioso tra la società proponente e i comitati civici e gli Enti che si sono costituiti in giudizio per opporsi. In questo caso, la richiesta di autorizzazioni presentata all’Assessorato dell’Energia e dei Servizi di Pubblica utilità è per ottenere la via (valutazione di Impatto ambientale) per “l’installazione di nove aereogeneratori della potenza nominale di 3,45 MW cadauno (Tot. di 31,05 MW) e delle opere accessorie necessarie per la connessione alla rete elettrica (linea elettrica, cabina di trasformazione 30/150kV e futura stazione RTN 150/380KV di Butera1-Terna), che verranno realizzate nella località Monte Aratato del Muro, Monte Agrabona, Contrada Turchio Grande, Contrada San Pietro, nei territori dei Comuni di Licata e Butera”. In buona sostanza, si tratta di una sorta di copia e incolla del parco già presente in contrada Durrà e facilmente visibile percorrendo la Statale 115 in direzione di Agrigento.