E’ in corso di svolgimento il notevole intervento di manutenzione sulla pubblica illuminazione cittadina annunciato da Palazzo di Città nelle scorse settimane. I risultati sono stati evidenti fin da subito: molte zone del perimetro urbano sono tornate ad essere illuminate come non avveniva da tempo. Come noto, l’arrivo di questo finanziamento era stato comunicato nelle scorse settimane dal primo cittadino Pino Galanti. L’intervento sta coprendo gran parte del territorio: i segni più evidenti sono già riscontrabili in via Guglielmo Marconi, nel quartiere Africano e nella zona di via Campobello dove la pubblica illuminazione è tornata ad un livello accettabile come non accadeva da anni. La sostituzione dei corpi illuminanti andrà avanti anche nelle prossime settimane.

Ma non mancano le dolenti note. Se è evidente il sensibile aumento del grado di illuminazione, è altrettanto vero che molti dei corpi illuminanti sono stati piazzati su pali della luce in condizioni al limite della precarietà. Molti dei supporti in ferro su cui è stata operata la sostituzione delle lampadine sono infatti corrosi e minacciano di cadere alla prima folata di vento forte. Replicando quanto abbiamo già avuto modo di documentare decine di volte dalle pagine del nostro giornale con rischi anche per i cittadini e per le autovetture e ciclomotori. E quindi ben venga senz’altro la sostituzione delle lampadine (gli innegabili risultati sono infatti già sotto gli occhi di tutti) ma a questo andrebbe accoppiata una corposa opera sostitutiva dei pali.