Ancora polpette avvelenate, ancora randagi uccisi. Gli episodi stavolta si sono registrati nei pressi dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso dove da anni staziona un branco di randagi. Due i cani che hanno trovato la morte dopo aver ingerito polpette avvelenate. Vano l’intervento di animalisti e personale del canile municipale. Altri due randagi sono stati invece fortunatamente salvati. “Rivolgo un appello alla massima attenzione – le parole di Angelo Rinascente dell’associazione “I Delfini” – ai proprietari di cani privati ma anche ai cittadini licatesi. Non sappiamo quante esche avvelenate siano state e quindi chiedo la massima attenzione anche per i bambini che giocano per strada”.