La Procura di Agrigento ha impugnato la sentenza di primo grado facendo ricorso in Appello dopo le sei assoluzioni e una condanna  per occupazione abusiva di suolo pubblico e abuso edilizio nell’ambito dell’inchiesta che ipotizzava brogli sul Porto “Marina Cala del Sole” di Licata.

In primo grado il gup Giuseppe Miceli – lo scorso febbraio – aveva assolto sei imputati (tra cui tre dirigenti del comune di Licata). Al centro della vicenda la realizzazione del complesso denominato “Porto turistico Marina Cala del sole” con centinaia di posti barca e altri servizi annessi fra i quali spiaggia privata, camere, parcheggi e area ristorazione.