Ben 1.400 dosi di vaccino antinfluenzale sono state consegnate dal sindaco Pino Galanti all’Ufficio Igiene di Licata. Da lunedì saranno a disposizione dei medici di famiglia che potranno vaccinare i propri assistiti. Risolto, in questo modo, il problema della carenza di vaccino contro l’influenza.

Quest’anno, come segnalato dai medici di famiglia, anche a Licata è arrivato un numero di dosi di vaccino antinfluenzale ben al di sotto delle necessità della popolazione.

Una situazione grave, che i sanitari hanno rappresentato al sindaco Pino Galanti. Il primo cittadino ha preso subito a cuore la problematica e, con la collaborazione dei dirigenti dell’Asp di Agrigento, ha contributo alla soluzione del problema.

E’ stato lo stesso sindaco, insieme alla Protezione Civile Comunale ed ai volontari della Guardia Costiera Ausiliaria, a consegnare alla dottoressa Rossana Mangione dell’Ufficio Igiene dell’Asp di Licata, ben 1.400 dosi di vaccino antinfluenzale.

Da lunedì prossimo tutti gli interessati potranno chiedere ai propri medici di famiglia la somministrazione del vaccino.

“In questo periodo contrassegnato dalla pandemia – è il commento del sindaco – è fondamentale vaccinare contro l’influenza stagionale. Sono stato ben lieto di poter contribuire alla soluzione di un grave problema, dando risposte certe alla cittadinanza licatese. Ringrazio i medici di famiglia per la segnalazione ed i dirigenti dell’Asp di Agrigento per avere accolto immediatamente la mia richiesta”.