Sit-in davanti all’ospedale in attesa di risposte dopo l’annuncio di un probabile accorpamento di reparti. L’annuncio è di Maria Grazia Cimino di Cittadinanzattiva.

Questa mattina, come annunciato, si è svolto nell’aula magna dell’ospedale, l’incontro promosso dal TDM Cittadinanzattiva con i sindacati e gli esponenti della società civile alla presenza di diversi operatori sanitari.
Maria Grazia Cimino ha brevemente illustrato l’attività svolta in un momento di particolare situazione quale è stato quello caratterizzato dalla emergenza Coronavirus, peraltro non ancora concluso rivolgendo un pensiero a tutti i medici, infermieri e operatori sanitari cha hanno perso la vita durante questa triste vicenda. Ha quindi letto un comunicato da parte dei Medici di Famiglia del Distretto Licata-Palma, che hanno manifestato apprezzamento per l’iniziativa e disponibilità alla collaborazione.
Ha continuato la responsabile del TDM concentrandosi sull’odierna situazione sottolineando le difficoltà dell’utenza a prenotare visite specialistiche nonostante l’impegno, verificato, degli operatori amministrativi che in numero troppo esiguo devono occuparsi delle operazioni di cassa e prenotare visite telefonicamente e dopo si è affrontato il tema che in questi giorni ha suscitato tanto interesso ossia quello della carenza del personale sanitario ospedaliero che potrebbe portare alla adozione di soluzioni non gradite oltre a compromettere la turnazione del personale.
Alla concretezza delle proposte ha fatto appello il Sindaco nel suo intervento, dichiarando la propria disponibilità a impegno.
Sono seguiti puntuali e precisi come sempre gli interventi dei sindacalisti della CGIL (Mario Augusto) e dell’UGL (Sebastiano Costanza) anch’essi pronti a sostenere le iniziative che il TDM intende portare avanti, analogamente si sono espressi rappresentanti delle associazioni (CIF) e il comitato civico.
Acquisita la disponibilità alla collaborazione il TDM presenterà a breve ai partecipanti all’incontro e tutti gli altri interessati, in maniera dettagliata l’iniziativa: dare vita a sit-in davanti il San Giacomo d’Altopasso fino quando non saranno date le risposte atte a scongiurare pericoli di depotenziamento del presidio cittadino e assicurare la piena ripresa dell’attività assistenziale.
Maria Grazia Cimino, infine, ha voluto esprimere ringraziamento alla Croce Rossa che con il suo personale svolge un importante lavoro all’ingresso del P.O. e del Poliambulatorio in questo momento ancora tanto delicato per la salute di tutti.