Abolito il superticket di 10 euro a ricetta, a partire da primo settembre nessuno lo pagherà.
Esulta Cittadinanzattiva che aveva avviato la campagna nel 2016 per l’abolizione di questa tassa iniqua che ha alimentato le diseguaglianze esistenti , aumentato i costi delle prestazioni sanitarie e non rimpinguato le casse del SSN spingendo i cittadini ad andare dal privato, che diventa persino più conveniente per alcuni esami.
L a petizione era disponibile sul portale Change.org dove sono state raccolte 35.000 firme oltre a quelle raccolte dai volontari sui territori . Lo ricorderanno beni i cittadini licatesi che accogliendo il nostro invito hanno firmato la petizione , ecco, questa è la risposta che attendavamo.
Frutto dell’impegno di Cittadinanzattiva sostenuta anche dalle più importanti Organizzazioni sindacali di medici e del lavoro incessante dei rappresentati nazionali del Movimento nelle varie audizioni in Senato.
Un importante obiettivo raggiunto ma non basta sostiene il Segretario Nazionale Antonio Gaudioso, ora bisogna lavorare per la rimodulazione del ticket in base alla progressività del reddito familiare , oggi infatti non sono previsti scaglioni e tutti pagano la stessa cifra.
Dalla sede di Cittadinanzattiva Licata
Maria Grazia Cimino, vice segretario regionale
Riccardo Cipriano, coordinatore assemblea territoriale Licata