Homepage Politica Oneri urbanizzazione e compensazione diretta, 4 consiglieri chiedono ritiro direttiva

Oneri urbanizzazione e compensazione diretta, 4 consiglieri chiedono ritiro direttiva

574

Quattro consiglieri comunali hanno firmato un documento per chiedere al Sindaco il ritiro della direttiva relativa al pagamento degli oneri di urbanizzazione e alla loro compensazione diretta.

Alla luce della Direttiva Sindacale n°7 del 30/01/2020, relativa al pagamento degli oneri di urbanizzazione e alla loro compensazione diretta, che ha per oggetto la “Fissazione di obiettivo gestionale”, noi Consiglieri Comunali, Piera Di Franco, Angelo Curella, Francesco Moscato e Vera Lauria, prendiamo atto che, “in considerazione delle criticità emerse in sede di formazione del bilancio di previsione nonché delle situazione di cassa, si dispone che per gli anni 2020 e 2021:
1) Non vengano autorizzate le rateizzazioni degli oneri di urbanizzazione
2) Non vengano autorizzate le opere di compensazione degli importi dovuti quali oneri di urbanizzazione e aliquota sul costo di costruzione.
Per tale motivo chiediamo a gran voce al Sindaco, a nome di tutti i cittadini, i liberi professionisti, imprese ed aziende che lavorano con non poca fatica nel settore edile, che tale direttiva venga immediatamente ritirata. Siamo molto preoccupati in quanto questa manovra, che probabilmente potrebbe essere utile solo a “far quadrare i conti” in maniera fittizia, di certo sancisce il definitivo collasso del settore edile e di conseguenza infligge l’ennesimo duro colpo all’economia dell’intera città. Mai come oggi si è assistito ad un’assoluta mancanza di progettualità che investa il rilancio dell’edilizia, mai come oggi si è assistito ad un completo disinteresse nei riguardi dell’economia del proprio paese.
Chiediamo infine un incontro ufficiale con Sindaco e Assessore al ramo, alla presenza di tutti quei professionisti che ruotano attorno al settore, perchè si possano trovare modi alternativi al dover necessariamente attingere alle tasche dei cittadini al fine di far quadrare il bilancio e per aiutare questa amministrazione, dato che ha ampiamente dimostrato di non esserne in grado, a trovare soluzioni per un possibile rilancio del settore.

Piera Di Franco, Angelo Curella, Francesco Moscato, Vera Lauria