CONDIVIDI

cisl-fpDomani dalle ore 10,30 alle ore 12,30 la CISL Funzione Pubblica ha indetto un’assemblea di tutto il personale precario in servizio presso il Comune di Licata. E’ necessario addivenire ad una decisione unanime in merito alle azioni da intraprendere in caso di diniego dell’istanza-proposta fatta all’Amministrazione comunale ed imperniata alle disposizioni diramate dal Dipartimento Regionale del Lavoro circa la prosecuzione delle attività lavorative dal 1° gennaio 2014 al 31.12.2016 nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica previsti dalla vigente normativa. Il 31.12.2014, tra pochi mesi, 140 famiglie si ritroveranno privati di un lavoro e sostentamento per le proprie famiglie, un licenziamento di massa che nella storia di questa città  è seconda soltanto alla chiusura del polo industriale ex Alos, con l’unica  differenza che i 400 dipendenti di allora,  sono stati seguiti fino al reinserimento al lavoro, mentre oggi questi lavoratori si troverebbero dall’oggi al domani licenziati. Tutto questo può sfociare in una tensione sociale, anche in virtù dei disservizi che inevitabilmente verrebbero a ripercuotersi sull’intero territorio comunale. All’assemblea, presso la sala convegni del Carmine interverranno: Maurizio Saia (Segretario Confederale CISL di Agrigento-Caltanissetta-Enna), Gianfranco Di Maria (Segretario Generale della CISL Funzione Pubblica Agrigento – Caltanissetta – Enna) e Floriana Russo (Segretario Provinciale della CISL).

CONDIVIDI