Inserimento ZES, anche Piera Di Franco chiede all’amministrazione i motivi dell’esclusione dell’area artigianale.

In qualità di Presidente della commissione Lavori Pubblici, accolgo con grande entusiasmo la notizia dell’inserimento del porto di Licata all’interno delle zone economiche speciali (ZES), e concordo con quanto dichiarato dall’On Pullara, che si tratta realmente di una grande opportunità di sviluppo economico ed occupazionale per la nostra città e per le imprese che ricadono all’interno di questa zona. Finalmente ci si presenta un’occasione di rilancio concreta. Sono infatti previsti, per le aree incluse nelle ZES, notevoli incentivi fiscali e un credito d’imposta per gli investimenti pari a 50 milioni di euro con un consistente regime di semplificazioni. Rimane l’amaro in bocca per il mancato inserimento nelle Zes della zona artigiana di via Palma e per questo mi unisco all’appello dell’ex vice sindaco Angelo Vincenti e dei tanti cittadini che chiedo a gran voce all’Amministrazione comunale di spiegare le motivazioni sul perché non si è lavorato sull’inserimento della zona artigiana di via Palma necessaria per un rilancio della categoria e del risanamento urbanistico ed ambientale della zona.

Piera Di Franco – consigliere comunale