Illuminazione carente alla villa comunale Regina Elena. Al calar del sole, il più grande parco cittadino assume un aspetto lugubre con i viali poco e male illuminati e un generale senso di insicurezza. Come noto, ormai da anni la villa Elena è senza ringhiere con lo spazio verde open a qualsiasi ora del giorno. La carenza di illuminazione ci è stata segnalata da alcuni utenti. “Abbiamo deciso di fare una passeggiata serale alla villa Elena ma siamo usciti subito dopo – il loro commento – i vialetti (soprattutto quelli laterali) sono illuminati malissimo e si ha un generale senso di oscurità che non invoglia di certo a rimanere all’interno della villa a lungo”. La richiesta è quella “di un potenziamento del servizio di illuminazione interno al parco. Molti dei corpi illuminanti hanno al loro interno le lampadine ma senza che emettano fasci di luce. E’ un vero peccato perché la villa Elena è davvero un bel posto”. Ci siamo effettivamente recati di sera alla villa e il risultato del sopralluogo conferma le segnalazioni degli utenti. Soprattutto il viale principale – quello da poco intitolato alla memoria di Rita Levi Montalcini – è connotato da una condizione di semi oscurità. Molti dei pali verdi della pubblica illuminazione non proiettano luce e la mancanza di chiarezza contribuisce a dare alla villa un aspetto particolarmente lugubre. Oltre a rendere più complicato il lavoro delle telecamere di videosorveglianza.