L’associazione Variazioni ritorna: questa volta a sostegno del centro storico. E del divertimento. Domani sera, a partire dalle 20.00, il centro di Licata potrà godere dello spettacolo di artisti provenienti da tutta la Sicilia. Presenti anche due gruppi folk licatesi, una banda, artisti di strada, una web radio, una scuola di tango e altre associazioni. Tre le Band di punta: i palermitani N’Kantu d’Aziz, i catanesi Ipercussonici e gli agrigentini Pachira.

L’associazione licatese Variazioni, nata nel 2010 e mai fermatasi, in occasione di questa torrida estate decide di ripartire dal centro. È fresca di pochi giorni, infatti, la decisione del gruppo di organizzare una manifestazione che dia un po’ di respiro e di intrattenimento al martoriato centro-città. “Variazioni per le Piazze” -afferma Gino Pira, neo-presidente di Variazioni- è un’iniziativa di più ampio respiro rispetto agli eventi che abbiamo organizzato in passato: è una manifestazione che vede coinvolti praticamente tutti: artisti, musicisti, commercianti, funzionari del comune che con solerzia hanno messo a disposizione ciò che rimaneva loro. È il crocevia di risorse che vengono anche da commercianti del porto turistico, ma che confluiscono nel cuore di Licata. È lo sforzo di un’associazione che non smette di crederci. L’evento toccherà le piazze principali di Licata: Piazza Progresso, Piazza Elena, Piazza Duomo, Piazza Sant’Angelo. Si parte alle 20.00 con i gruppi folk Rosa Balistreri e Limpiados, La scuola di Tango di Francesco Nicaso, i Joseba e i Censured nei pressi di Piazza Elena e si continua, un’ora dopo in Piazza Duomo con gli N’Kantu d’Aziz. Mentre si avvicenderanno artisti di strada, circensi e la banda musicale “Città di Licata”, giungerà il momento de Ipercussonici: catanesi, ma soprattutto siciliani, di razza, i quali si esibiranno davanti il santuario di Sant Angelo. Tra degustazioni, performance e installazioni di varie tonalità si arriverà all’evento finale: i Pachira in Piazza Progresso, assistiti dal programma Il Volgarotto, della web radio Musmea. Uno spazio anche ai bambini: il bravissimo Salvo Cammarata racconterà per loro le favole di Esopo, con l’aiuto di un disegnatore e un musicista. In cantiere anche altre proposte che, dato il carattere assolutamente istintivo e giovane dell’iniziativa, saranno messe in pratica il giorno stesso.