Ieri pomeriggio 5 novembre, il gruppo Toponomastica femminile di Licata, che ha come obiettivo la valorizzazione delle donne anche attraverso il riconoscimento di luoghi pubblici intitolati alla loro memoria, ha dedicato un percorso sentimentale alla licatese Rosa Balistreri, cantante folk tra le più importanti del XX sec. conosciuta in varie parti del mondo. Sono state percorse strade del centro storico in cui la “Cantatrice del sud” che ha cantato il dolore delle donne di Sicilia ha trascorso la sua giovinezza. L’associazione ha voluto dare visibilità al suo essere donna di coraggio e di talento. È stata un’occasione per valorizzare anche il territorio di Licata con il suo fascino unico ed inimitabile e le bellezze del quartiere della marina. La valorizzazione della donna e la conservazione della memoria sono i principi fondanti di Toponomastica Femminile.
L’associazione ringrazia per la loro presenza in rappresentanza dell’amministrazione comunale, il vicesindaco Antonio Montana e l’assessora alle pari opportunità Violetta Callea e, per Sicilia delle donne, Fulvia Toscano, ideatrice e direttrice artistica insieme a Marinella Fiume del Festival del genio femminile.
“Per l’eccellente riuscita dell’evento ringraziamo: Mel Vizzi e la Compagnia del cuntastorie, che ci hanno accolto alla Putia e intrattenuti con un cunto su Rosa di Mel Vizzi e con canti di Rosa; i proprietari dell’abitazione che ha fatto da location alla performance su Rosa; Angela Oliveri, Cettina Callea e Laura Pintacrona, toponomaste attrici che hanno fatto rivivere il mondo di Rosa; la poetessa Caterina Russo, che ha recitato la poesia vincitrice del concorso su Rosa Balistreri e fatto dono del suo libro agli ospiti. Si ringrazia inoltre l’Hotel Villa Giuliana, che ha accolto l’iniziativa “Camera d’autrice” intitolando a Rosa Balistreri una delle sale dell’albergo dove sarà presente una mostra permanente su Rosa. Si ringrazia il dott. Nicola La Perna, che ha donato il libro Rusidda a licatisi, la poetessa Ezia Lanteri, che ha donato una sua lirica dedicata a Rosa Balistreri, e la giovane illustratrice Tullia Ciancio che ha dipinto il quadro di Rosa e ideato le stampe apposte nella sala; i ringraziamenti vanno anche alla toponomasta Sandra Bennici per il video e Giovanni Salvio per le sue meravigliose foto”. La referente, nonché segretaria nazionale, prof. ssa Giuseppina Incorvaia, a nome del gruppo, ringrazia la stampa e gli ospiti che sono intervenuti mostrando grande sensibilità verso queste iniziative.