image017Castelterimini. Un impiegato è stato arrestato intorno a mezzanotte dai Carabinieri a seguito di una perquisizione domiciliare e nella propria autovettura. I Carabinieri dopo avere raccolto consistenti indizi in ordine alla detenzione di alcune dosi di droga hanno deciso di perquisire la dimora del sospettato. Si sono recati nell’abitazione di Giovanni Pensato, 47enne, e dichiarati i motivi della loro presenza hanno rinvenuto 80 grammi di sostanza stupefacente, verosimilmente hashish, un bilancino di precisione e tre coltelli  presumibilmente utilizzati per il taglio della droga nonché altro materiale. Il tutto era occultato in un armadio della stanza da letto, nell’autovettura ed alcune dosi nel giubbotto che l’uomo indossava. Dopo avere sottoposto a sequestro il materiale, i militari dell’Arma hanno dichiarato in stato di arresto l’uomo e una volta espletate le preliminari formalità di rito in caserma, lo hanno accompagnato nella propria dimora dove, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, dovrà permanere in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’ulteriore corso di legge.