Ad oggi, esistono moltissimi social network e sistemi di messaggistica istantanea. Alcuni non hanno retto al passare dei tempi e alla velocità incredibile dell’evoluzione e del passaggio di trend che coinvolge questi fenomeni, mentre altri non solo hanno fatto scuola, ma continuano ad ergersi come capisaldi ed esempi per il resto delle piattaforme social presenti in rete.

E’ questo il caso ad esempio di Twitter, la famosa piattaforma lanciata nel 2006 e che oggi conta più di 330 milioni di utenti attivi in tutto il mondo.

Non sorprende perciò che siano in molti a cercare un modo per investire in azioni twitter in tempo reale.

Twitter: la storia

Twitter nasce nel 2006, a seguito di un brainstorming tra le menti principali della compagnia di podcasting Odeo, tra i quali si annoverano personaggi del calibro di Jack Dorsey, Evan Williams, Noah Glass e Biz Stone. Quest’ultimi arrivarono a proporre l’idea di mettere in piedi un servizio in grado di inviare una sorta di SMS non a una sola persona, ma piuttosto a un piccolo gruppo di persone.

Il nome deriva da quello del progetto originale, denominato “twttr”, la cui idea venne ispirata a sua volta da Flickr e dalla lunghezza di 5 caratteri presenti negli short code degli SMS statunitensi.

Il boom della piattaforma di messaggistica istantanea arriverà ad appena un anno dal lancio, nel 2007, quando Twitter venne sponsorizzato in maniera massiccia durante il “South by Southwest Interactive (SXSWi)”. L’evento fece registrare un balzo in avanti dei tweet inviati al giorno tramite Twitter che aumentarono da ventimila a sessantamila giornalieri.

Da allora, l’avanzata di Twitter divenne inarrestabile, e l’entrata della società in borsa il 12 settembre del 2013 sancì definitivamente la consacrazione di quest’ultima tra i massimi esponenti del fenomeno social.

Twitter: i competitors

Con oltre 500 milioni di tweet inviati al giorno attraverso la sua piattaforma accessibile via web o tramite strumenti smart come tablet e smartphone, Twitter rientra di diritto tra i grandi nomi dei social network.

Va da sé perciò che i competitors di questa famosissima piattaforma vanno proprio ricercati ai vertici di questo fenomeno, e tra questi si annoverano nomi come:

  • Facebook
  • Instagram
  • Tik-Tok
  • Snap Inc.
  • Reddit
  • Whatsapp
  • Tumblr

Nonostante Twitter sia tra i più “vecchi” ( almeno in relazione alla velocità dei trend social…), c’è da dire che questo ha ancora una core-base decisamente importante di centinaia di milioni di utenti estremamente attivi e sembra stare ancora a passo con i tempi.

Ciononostante, segnaliamo il fatto che questa piattaforma non sia mai veramente riuscita ad attecchire in Italia, a differenza di altri nomi presenti in questa lista.

Twitter: come investire

Arrivati fin qui, dunque una domanda sorge spontanea: come si può investire nel titolo Twitter?

Ebbene, al momento esistono diverse forme di investimento e accesso ai mercati finanziari che possono interessare anche il mondo retail, nonché quello dei profani della finanza che sono però interessati a volerne sapere di più sull’argomento per poter investire grazie ad essa.

Nello specifico, negli ultimi anni si è sviluppato il fenomeno delle piattaforme di trading online, piattaforme le quali vengono fornite da diversi broker online ai propri clienti-trader per potere investire i propri capitali al meglio. Per arrivare a ciò, però, bisognerà prima di tutto trovare il giusto broker online autorizzato, in modo da evitare brutte sorprese e incappare in qualche truffa.

Quando parliamo di broker autorizzati, parliamo di broker in grado di poter dimostrare tutta una serie di licenze e certificazione atte a poter operare sul territorio in cui troviamo. E’ questo il caso ad esempio della licenza CySEC per i paesi europei e dell’autorizzazione CONSOB italiana.