brandaraFacendo seguito a quanto espressamente chiesto dal Consiglio comunale nella seduta del 5 gennaio, il Commissario straordinario Maria Grazia Brandara, ha inoltrato una nota scritta all’Avvocatura comunale, con la quale chiede la formulazione di un parere legale in merito alla possibilità giuridica di procedere alla revoca delle determinazioni con le quali l’Assemblea del Consorzio delle Tre Sorgenti ha disposto la consegna delle reti idriche di proprietà alla società Girgenti Acque, soggetto gestore del servizio idrico. Com’è noto, il Commissario Straordinario del Comune, pur avendo espresso e confermato la sua contrarietà alle gestione privatistica dell’acqua, in esecuzione di precise disposizioni di legge e di sentenza definitiva del Tribunale delle Acque, in sede di assemblea del Consorzio delle Tre Sorgenti, di cui Licata fa parte, ha votato per la cessione degli impianti e del servizio a favore di Girgenti Acque. Scelta questa, politicamente avversata dal Consiglio Comunale che avrebbe voluto avocare a sé la decisione, in quanto massimo esponente dell’organo politico cittadino al quale competono determinate scelte di interesse collettivo per la cittadinanza. Da ciò la decisione del civico consesso di invitare il Commissario straordinario a chiedere la convocazione urgente dell’Assemblea dei Soci del Consorzio delle Tre Sorgenti perché riveda la propria deliberazione di cessione degli impianti e del servizio idrico a favore di Girgenti Acque, e la successiva decisione del Commissario di avvalersi di un parere giuridico in merito, prima di ogni eventuale altra iniziativa in merito.