Lo spostamento del terminal dei pullman dall’attuale Piazzale Martiri delle Foibe al Piazzale Enzo Baldoni non piace a molti. Oltre ai tanti commenti degli utenti della rete critici verso lo spostamento, a prendere posizione è anche Giuseppe Patti della Cna Turismo. “Mi chiedo che senso abbia realizzare il Terminal Bus in un’area così decentrata rispetto al centro. Chi scenderà per la prima volta a Licata dal pullman – scrive Patti – si troverà praticamente in periferia, possibilmente a piedi e con bagagli al seguito”. Lo stesso rappresentante della Cna suggerisce quindi una possibile soluzione. “Utilizzare l’area del Mercato Ortofrutticolo, una volta che questi sarà spostato nella nuova struttura di via Palma, sarebbe stato molto più lungimirante come scelta, gli attuali magazzini sarebbero potuti diventare biglietteria, sala di attesa al coperto e anche Bar o ristoro. L’amministrazione riveda la sua scelta – continua Patti – riqualifichi l’area del mercato ortofrutticolo e compia quella tanto auspicata intermodalità nei trasporti, data la vicinanza con l’area ferroviaria. A questa città servono iniziative di programmazioni lungimiranti che abbiamo una visione organica e a lungo termine”. Senza contare l’attuale condizione del presidio di via Giarretta che, una volta dismesso, potrebbe cadere nell’abbandono. “Si sarebbe riconvertita un’area – conclude Peppe Patti – che invece è destinata ad essere abbandonata e colonizzata da senza tetto, come già avviene nell’area della stazione ferroviaria”.