Pubblicità

I consiglieri comunali del gruppo Restart-M5S Amato, Cammilleri, Cigna, Dainotto e Vicari chiedono un anno di tempo per l’adozione del regolamento in grado di disciplinare l’istallazione di tende e dehor all’esterno dei locali pubblici cittadini. Ecco la nota protocollata.

I sottoscritti Daniele Cammilleri, Elisa Cigna, Eusebio Vicari, Viviana Dainotto e Fabio Amato, nella qualità di consiglieri del gruppo Restart – 5 Stelle del Comune di Licata,
premesso che il Sindaco, con direttiva sindacale n. 74 del 20/09/2023, ha chiesto agli uffici, nelle more dell’emanazione dell’atto di modifica del regolamento comunale per l’istallazione dei dehors, di autorizzare solo tavoli sedie ed ombrelloni possibilmente removibili;
che tale direttiva ha sollevato un grande malcontento tra le attività commerciali interessate (bar e ristoranti), poiché di fatto impone la rimozione delle strutture, istallate con regolare autorizzazione comunale, senza tenere conto delle spese sostenute per la loro realizzazione e della difficoltà ad ospitare la propria clientela;
considerato che il consiglio comunale dovrà deliberare un nuovo regolamento in materia;
che, pertanto, appare necessario sentire le parti sociali, le associazioni di categoria di bar e ristoranti in modo che il regolamento sia il più possibile rispettoso delle loro esigenze;
ritenuto indispensabile, nelle more dell’emanazione del regolamento comunale, sospendere l’efficacia della direttiva sindacale in oggetto;
tutto ciò premesso, considerato e ritenuto, chiedono che il Sindaco conceda una moratoria di un anno rispetto all’efficacia della direttiva n. 74 del 20/09/2023, in modo da concedere al consiglio comunale di deliberare un nuovo regolamento comunale, ed ai commercianti licatesi di avere un tempo ragionevole per adeguare le loro strutture.