Via libera definitivo dell’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana alla ristrutturazione del teatro comunale “Re Grillo” di Licata. Approvato il progetto del Comune, i lavori inizieranno a breve.

E’ definitiva l’ammissione del Comune di Licata al Fsc Patto per il Sud, con l’assegnazione di 230.000 euro per interventi (già cantierabili) di ripristino, funzionalità e qualificazione del teatro comunale “Filippo Re Grillo”.

Stamani al sindaco Pino Galanti è stato trasmesso dal Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana il decreto di finanziamento. Ciò significa che da qui a breve i lavori per rifare il look del teatro liberty di Licata potranno essere appaltati.

Nei giorni scorsi era stata firmata la convenzione tra il Comune di Licata e l’assessorato regionale Beni Culturali e Identità Siciliana guidato dall’assessore Alberto Samonà.

“E’ un grande risultato – commenta il sindaco Pino Galanti – ottenuto grazie all’attenzione che abbiamo per il nostro teatro e la cultura in generale. I lavori decolleranno a breve, e nel giro di qualche mese, augurandoci che nel frattempo l’emergenza Covid cessi, potremo restituire alla città l’importantissima risorsa culturale rappresentata dal “Re Grillo”.

“Ringrazio – sono le parole dell’assessore allo Sport, Turismo e Spettacolo Decimo Agnello – tutti gli attori, (amministratori, politici, tecnici), che dall’inizio alla fine di questa vicenda si sono spesi perché si raggiungesse il risultato odierno. Ritengo fondamentale il contributo di questa Amministrazione Comunale, che non ha lesinato energie per risolvere i problemi burocratici che avevano relegato il progetto in una fase di stallo”.