DSC_0038Le tariffe Tari per le utenze domestiche determinate per l’anno 2015, rispetto a quelle praticate per l’anno precedente, subiranno un calo che varia dal 35,68%, per i nuclei familiari composti da una sola unità, al 39,49% per cento per quelle formati da 6 unità, tenendo presente un’abitazione standard di 100 metri quadri. Il che, in termini ancora più chiari significa che un contribuente, facente parte di un nucleo familiare composto da una sola persone , residente in un’abitazione di 100 mq, che per l’anno 2014 è stato chiamato a pagare 110,56 euro di Tari, per l’anno 2015 ne dovrà pagare 71,11, con un risparmio di  39,445 euro. Analogamente, per un nucleo familiare composto da 6 unità, la tariffa passa da 567,53 a 343,41, con un ribasso di 224,12 euro.
A spiegare tutto ciò, nel corso di un’apposta conferenza stampa tenutasi al Palazzo di Città, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, su delega del Sindaco Angelo Cambiano, è stato l’assessore al bilancio, Carmelo Sambito, sottolineando che l’operazione a favore delle utenze domestiche, in aggiunta a quella già determinata per le attività produttive, è frutto di un intenso lavoro realizzato nel corso dei 35 giorni di amministrazione attiva da parte dell’attuale esecutivo, che ha portato intanto all’individuazione di circa 1000 evasori, ed alla predisposizione di un piano economico – finanziario che prevedere una riduzione del costo del servizio. Un’ ulteriore riduzione del 18,94%, in aggiunta a quella già stabilita del 30% circa per l’anno 2014, è stata stabilita anche per le utenze non domestiche (attività produttive), in risposta alle proteste registrate sull’argomento nel corso degli ultimi nove mesi.

Ed un ulteriore riduzione si prevede anche nel 2016. Fissate anche le date di scadenza per il pagamento delle rate della Tari per l’anno 2015: 30 settembre 2015 il 30%; 30 novembre 2015 altre 30%; 31 gennaio 20126 il rimanente 40% di quanto complessivamente dovuto.

“Con questa operazione – ha dichiarato, tra l’altro, l’assessore Sambito – l’Amministrazione comunale sta mantenendo gli impegni assunti con la cittadinanza in materia di riduzione delle tasse. Un’operazione non ancora del tutto conclusa, considerato che noi puntiamo ad ulteriori riduzione per l’anno 2016, con il duplice risultato di alleggerire il peso fiscale dei nostri concittadini ed allo stesso tempo di presentare Licata come una città economicamente appetibile, per chi vorrà venire per investire sul nostro territorio”.