HPIM0629La forza del web, che elimina ogni confine geografico, ha permesso agli animatori del portale dedicato all’ex allenatore del Licata, del Foggia e della Roma, Zeman, di recuperare il contatto con gli scrittori Francesco Pira e Gaetano Cellura che nel 1983 avevano pubblicato un libro dedicato proprio all’allenatore boemo. Il volumetto intitolato “L’anno di Zeman” non è più recuperabile. Le oltre 4 mila copie stampate sono andate esaurite lo stesso anno e gli autori hanno concesso di pubblicare il libro in formato digitale proprio sul portale www.supremoboemo.it ed è scaricabile gratuitamente http://www.supremoboemo.it/index.php/pubblicazioni/150-licata-l-anno-di-zeman-soddisfazioni-e-delusioni-del-personaggio-del-momento

“Ecco cosa scrive una delle animatrici del sito nato a Foggia Stella Corigliano: “il fenomeno della ZEMANLANDIA foggiana è stato talmente eclatante da oscurare il primo vero grande successo di ZEMAN, al secondo anno da professionista, con un LICATA prodigioso costruito sulle fondamenta dei prolifici vivai del calcio siciliano della metà degli anni ’80 e arricchito di quei giovani che lo stesso Zeman aveva coltivato nella Primavera del Palermo…
Si sa poco di quel LICATA… Si sa poco dell’impatto che ZEMAN ha avuto nei suoi primi anni tra i professionisti.
Nella nostra azione di ricerca nei meandri dello “ZEMANISMO” (cit. Oscar Buonamano) ci siamo imbattuti in un gran bel libro che ripercorre quella magnifica favola nella terra della Trinacria.

Il titolo è “L’ANNO DI ZEMAN – Soddisfazioni e delusioni del personaggio del momento” , finito di stampare il 13 febbraio 1985, abbondantemente prima della vittoria del campionato!

Leggendolo tutto d’un fiato nella sua amabile scorrevolezza, scopriamo che – nell’accezione collettiva del panorama licatese – il vero prodigio di quel LICATA era considerato quel giovane allenatore di Praga di cui si sapeva soltanto che era nipote del grande Čestmír Vycpálek.
Sì, proprio LUI, Zdenek Zeman, che alla sua prima esperienza già manifestava il suo CARISMA… la sua indole innata da Maestro di calcio (nella prefazione gli autori parlano di “metodi calcistico-pedagogici del Professor Zeman”) e se nella medesima gli autori scrivono 
“da tempo pensavamo di scrivere di lui qualcosa che imperituramente ne glorificasse i meriti e ne consacrasse il mito”, significa che ZEMAN non ha avuto bisogno di decenni di successi per entrare nella storia… ZEMAN è diventato STORIA da subito… prima ancora di vincere… con l’inconfondibile IDENTITA’ del suo calcio, con l’UNICITA’ delle sue idee… e a FRANCESCO PIRA e GAETANO CELLURA, autori del libro “L’ANNO DI ZEMAN – Soddisfazioni e delusioni del personaggio del momento”, va riconosciuto l’enorme merito di aver intuito da subito di trovarsi di fronte un uomo e un allenatore fuori dal comune… e di avergli dedicato quello che quasi certamente è in assoluto la prima opera scritta su ZEMAN… giacchè il libro precede addirittura di qualche mese il suo primo successo in carriera!
Ringraziamo ufficialmente FRANCESCO PIRA (Docente di Comunicazione presso l’Università di Messina) e GAETANO CELLURA (scrittore, narratore e saggista molto attento alla realtà sociale siciliana) che con grande sensibilità hanno voluto concedere a supremoboemo.it la pubblicazione on line del loro libro, ormai irreperibile perchè fuori commercioUn’autentica rarità che siamo lieti di “offrire” a chi ha il piacere di approfondire le proprie conoscenze zemaniane sulle pagine del nostro portale”.