Nonostante l’interruzione delle attività scolastiche dovuta alla chiusura dei plessi Marconi, Liotta e Quasimodo, a causa delle azioni di contrasto e contenimento al fenomeno del coronavirus, l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Galanti, per mezzo dell’assessore ai servizi sociali, Calogero Scrimali, assicura che il servizio di assistenza all’autonomia alla comunicazione a favore dei bambini e degli alunni con disabilità proseguirà, senza soluzione di continuità, presso l’abitazione degli interessati.

Il servizio, previsto dal programma del Distretto Socio – sanitario D5 coordinato da Silvana Burgio, sarà realizzato sotto la supervisione di educatori, psicologi e assistenti sociali.

Ad usufruirne sono bambini della scuola materna e alunni delle scuole elementari e medie inferiori, in possesso dei requisiti previsti dalle norme che disciplinano la materia.

Nessuna novità, invece, è prevista per gli alunni le cui scuole sono regolarmente aperte e funzionanti.