Mantenere una condizione atletica accettabile e non perdere il ritmo partita sono gli obiettivi principali in casa Licata calcio dentro questo nuovo stop forzato in cui sono quantomeno consentiti gli allenamenti di gruppo. Ne abbiamo parlato con il capitano Salvatore Maltese a cui abbiamo chiesto vari aspetti legati alla gestione settimanale di questa particolare fase di limbo.

Capitano, come si è svolta la settimana passata senza all’orizzonte partite ufficiali?

Di fatto abbiamo svolto lo stesso lavoro che avremmo fatto in caso di partita domenicale. E’ ovvio che la tensione durante gli allenamenti non può essere la stessa di una settimana “normale” ma stiamo lavorando bene svolgendo anche le doppie sedute in cui aumenta l’intensità anche dal punto di vista dello sforzo fisico. Abbiamo l’obbligo di farci trovare pronti alla ripresa e per questo non possiamo lasciare nulla al caso.

Atleticamente la squadra come sta cercando di mantenere al meglio il ritmo?

Fisicamente stiamo abbastanza bene, del resto abbiamo giocato fino a pochi giorni fa e quindi abbiamo ancora il ritmo partita nelle gambe. Questo periodo ci sta servendo soprattutto per andare a recuperare qualcuno dei compagni acciaccati e che non erano potuti essere in campo prima di questa sosta. Penso a Tiscione ed Adeyemo che stanno lavorando bene e torneranno a disposizione al termine di questa sosta.

Ecco, a proposito di nuovi arrivi: secondo il tuo punto di vista da capitano che gruppo sta nascendo? Gli ultimi innesti arrivati dal mercato ci hanno dato qualcosa in più. I nuovi si sono subito integrati sia dal punto di vista tecnico, come dimostrano le prestazioni di Catalano o di Treppiedi, ma anche dal punto di vista del gruppo. Ci stiamo amalgamando sempre meglio anche perché da avversari comunque ci conoscevamo quasi tutti. A mio avviso sta venendo su un ottimo gruppo.

Gli ultimi successi prima della sosta hanno rilanciato il Licata ora ad un punto dalla vetta. Credi che l’attuale dimensione possa essere quella dell’intera stagione?

Sono convinto che questa squadra, con l’attuale rosa, possa recitare un ruolo di primo piano. Aspettiamo i rientri di Tiscione e di Adeyemo che ci daranno la possibilità di avere maggiori soluzioni nel reparto avanzato ma in generale sì, credo che potremo dire la nostra in chiave play-off da qui al termine della stagione. Ma ovviamente dovremo continuare a fare bene come nelle ultime due con Dattilo e Paternò quando la squadra ha dimostrato di avere quella voglia di vincere che non deve mai abbandonarci.