Nella tarda mattinata di oggi, accolto dal Sindaco Angelo Graci e dagli assessori comunali Giuseppe Mulè, Gianfranco Pilato e Roberto Alaimo, nonché dal dirigente del dipartimento Finanze e LL.PP., Maurizio Falzone, si è insediato il Commissario ad Acta dr. Giuseppe Carapezza, nominato dall’assessore regionale dell’energia e dei servizi di pubblica utilità,  con il compito di adottare, previa ricognizione degli atti, in via sostitutiva, ogni provvedimento utile per addivenire al totale versamento delle somme dovute dal Comune di Licata alla Dedalo Ambiente, relativamente all’anno 2012. Dopo un’attenta ricognizione della situazione di cassa, con l’assenso del Commissario ad Acta, che dovrà portare a termine il proprio compito entro trenta giorni, il sindaco, anche nel rispetto degli impegni assunti con l’assessorato regionale e il Prefetto,  ha disposto l’anticipazione della somma di € 100.000,00, a favore della Dedalo Ambiente. Inoltre, alla luce dell’odierna disponibilità di cassa, il primo cittadino ha anche disposto il pagamento degli stipendi a favore del personale, degli oneri contributivi e di alcune bollette erogate da società che hanno la gestione di servizi di pubblica utilità al fine di evitarne l’interruzione. Nel corso della mattinata, l’amministrazione comunale ed il commissario ad acta, hanno avuto modo di ascoltare anche la d.ssa Rossana Mangione, responsabile dell’Ufficio di Igiene Pubblica, che ha fatto il punto sullo stato di crisi igienico-sanitaria registrato in città e nell’intero territorio comunale, la cui gravissima situazione, nei giorni scorsi, sempre su proposta della dottoressa Mangione, ha determinato l’adozione di un’ordinanza di chiusura di tutte le scuole cittadine e la sospensione dell’attività del mercato settimanale, in attesa del ritorno alla normalità.