L’ex assessore Antonio Pira interviene per segnalare il disagio vissuto dal genitore di un minore affetto da grave disabilità.

“Vengo contattato da una mamma che vive il dramma di gestire un figlio con una grave disabilità. Nonostante i sacrifici del governo Musumeci e del lavoro dell’ottimo assessore Scavone, il quale ha dimostrato una ottima capacità gestionale e una elevata conoscenza della complessa macchina assistenziale, purtroppo tutti i sacrifici e il lavoro svolto vengono vanificati dall’immobilismo amministrativo dell’amministrazione Galanti. Chiedo quindi all’assessore Callea di di dare prova tangibile della sua esistenza in vita in questa amministrazione, nessuno chiede miracoli ma semplicemente di allinearsi il più velocemente possibile alle linee regionali”.