E’ arrivata a Licata alle prime ore del mattino la nave madre libica sequestrata al largo di Lampedusa dalla Guardia di Finanza. L’imbarcazione – secondo quanto accertato dalle Fiamme Gialle – trasferiva i migranti dalle coste libiche al Canale di Sicilia dove venivano poi trasbordati su natanti più piccoli in grado di raggiungere le coste siciliane spesso dando vita ai famigerati sbarchi fantasmi. L’accusa per i 7 membri dell’equipaggio (6 egiziani e un tunisino) è di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.