Il Consiglio di Giustizia amministrativa si è espresso sugli oneri concessori del porto turistico Marina di Cala del Sole. Ecco una nota dell’avvocato Girolamo Rubino.

Si conclude con sentenza del 31 dicembre 2020 l’annoso contenzioso che ha visto contrapposti il Comune di
Licata e la Iniziative Immobiliari spa (società che ha realizzato il Porto turistico di Licata), difesa
dall’Avvocato Girolamo Rubino, scaturito dal provvedimento con cui l’Amministrazione ha
improvvisamente chiesto alla Società, per la prima volta soltanto a lavori ampiamente ultimati, il preteso
pagamento degli oneri concessori per l’ingente importo di circa 6.000.000,00 di euro.
Dopo una prima verificazione disposta dal CGA ed eseguita dal dott. Fulvio Bellomo dell’Assessorato
regionale Infrastrutture e Mobilità, annullata a seguito di contestazione con cui il legale della Società aveva
ricusato il Dirigente regionale che aveva operato in una situazione di conflitto di interesse e violando le
norme sul contraddittorio, era stata disposta la rinnovazione degli accertamenti peritali e nominato un
Organismo Verificatore collegiale, composto dal Direttore della Direzione Urbanistica del Comune di
Genova, con funzioni di coordinatore, dal Dirigente responsabile del Settore Urbanistica della Regione
Liguria – Dipartimento territorio e ambiente, nonché da un professore ordinario, o associato, in possesso di
specifica qualificazione, in servizio presso l’Università degli studi di Genova – Dipartimento di Ingegneria
civile oppure presso altro Dipartimento ritenuto maggiormente attinente alla tipologia di compito da
svolgere, designato dal Rettore dell’Università medesima.
Tale Organismo Collegiale aveva depositato una perizia con cui era stato accertato che il valore degli oneri
di urbanizzazione quantificabili per i soli parcheggi ed aree a verde realizzati dalla Iniziative Immobiliari spa
ammonta ad euro 5.812.331,3, mentre il valore degli oneri di urbanizzazione che il Comune potrebbe
richiedere per la realizzazione delle strutture commerciali ammonta ad euro 3.202.098,99, e dunque
confermando le tesi della Società assistita dall’Avv. Girolamo Rubino, secondo cui nulla era dovuto al
Comune.
Adesso, con sentenza del 31 dicembre 2020 il CGA, avallando le risultanze della perizia, mette la parola fine
alla lunga vicenda giudiziaria, accertando definitivamente l’illegittimità del provvedimento adottato dal Comune di Licata e di conseguenza che nulla è dovuto dalla Società Iniziative Immobiliari spa.