IMG_2364Proponiamo un documento sul bilancio del consigliere comunale Calogero Scrimali, condiviso con tutti i consiglieri di opposizione.

Al momento, siamo davanti a due certezze: la prima scadenza temporale per la presentazione del bilancio preventivo del 2015, era il 30 di settembre scorso e non è stata rispettata. La consistenza del debito delle casse comunali, per diretta ammissione della stessa amministrazione, è pari a 19.509.116,59 euro. Noi pensiamo che non si debba arrivare agli ultimi giorni dell’ anno per averne la disponibilità dell’esame, per ogni singolo consigliere comunale, del Bilancio Preventivo. Se così si facesse, si comprometterebbe il ruolo del consigliere comunale di poter esercitare il dovuto controllo e l’azione propositiva nei confronti del più importante atto che è destinato a transitare dall’Aula Consiliare. Esso, quest’anno, dovrà essere ancora più rigoroso e puntuale nel mettere in campo ogni azione utile a produrre un rientro debitorio che si va facendo sempre più preoccupante. Una revisione di spesa che tagli, inesorabilmente, il superfluo, mirando a produrre, con le uscite, servizi e iniziative volte a favorire sviluppo ed occupazione. In assenza di ciò, ogni singolo euro in procinto di essere speso da questa amministrazione potrà essere considerata una ulteriore spinta che ci avvicina sempre più a condizioni di non ritorno e tutto ciò, il Consiglio Comunale non lo potrà permettere. Occorrerà trovare nuove e diverse forme di entrata, finanziamenti che arrivino da progetti europei, occorrerà aguzzare l’ingegno, per non cadere nel baratro e precipitarvi giù lentamente. Noi siamo preoccupati e lo sono anche i nostri concittadini, perchè ogni giorno sentiamo ed ascoltiamo, con grande partecipazione, il loro disagio. Ma se a queste considerazioni aggiungiamo l’obbligo a partire dal 1 gennaio del corrente anno di adottare la legge 118/2011, che impone l’utilizzo di entrate certe, tra le poste di bilancio in entrata, è facile comprendere come la nostra e quella dei nostri concittadini sia una preoccupazione più che fondata. Si richiede quindi, con somma urgenza, l’arrivo in Consiglio Comunale della proposta di Bilancio Preventivo.

Il Presidente della Commissione Finanze e Bilancio – Calogero Scrimali