L’anno giubilare in cui verrà celebrato l’ottavo centenario del martirio di Sant’Angelo porterà con sé novità importanti anche per quanto concerne l’urna reliquiaria custodita nelle chiesa patronale. Ad annunciarlo è il Santuario diocesano. “Al termine della celebrazione del Te Deum di lunedì – si legge in un post – si è registrato l’intervento del Priore Provinciale della Provincia Italiana M.R.P. Roberto Toni che ha assicurato l’impegno Carmelitano per le celebrazioni dell’Ottavo Centenario e l’annuncio da parte della Postulatrice Generale dell’Ordine in merito al restauro dell’urna e alla ricognizione canonica delle insigne reliquie del Santo in comune accordo tra Ordine e Curia Diocesana. Al restauro potranno contribuire tutti e prossimamente verranno comunicate le modalità. Da ieri – conclude il Santuario – a seguito della reposizione l’urna rimarrà “conservata” in cappella dietro l’altare dello stesso luogo e non visibile ai fedeli in attesa dell’espletamento delle opere di restauro in attesa delle celebrazioni giubilari”.